corso
Project Cycle Management

Modalità

Corso
On-line

Durata

8 Ore

Crediti formativi professionali rilasciati


8 Ingegneri


16 Geometri


11 Periti Ind.


Il Project Cycle Management ,detto anche PCM, è la metodologia e l’insieme di strumenti che la Commissione europea ha promosso dagli inizi degli anni ’90 per garantire una maggiore efficacia dei progetti e dei programmi e anche un miglioramento complessivo dei meccanismi di gestione dei programmi stessi.

Il PCM descrive le attività di gestione e le procedure decisionali che intervengono durante il ciclo di vita di un progetto ( es. compiti chiave, ruoli e responsabilità, opzioni decisionali…).

Per sostenere la realizzazione dei progetti il metodo PCM:

  • richiede la partecipazione attiva delle principali parti interessate;
  • utilizza il Logical Framework Approach (così come altri strumenti ) per sostenere una serie di valutazioni chiave / analisi (tra cui stakeholder, problemi, obiettivi e strategie);
  • incorpora i criteri chiave di valutazione della qualità in ogni fase del ciclo di progetto;
  • richiede la produzione di informazioni e dati di buona qualità per sostenere il processo decisionale nell’arco del ciclo di vita di un progetto.

Basandosi su un percorso ciclico, il PCM consente di sottoporre il progetto a verifica continua, sin dalla sua prima formulazione e di intervenire in itinere sull’attività progettuale, apportando modifiche e/o miglioramenti.


Obiettivi Professionali

Imparare a scrivere, gestire, rendicontare e valutare i progetti in modo conforme alle richieste dei bandi EU

Obiettivi Formativi

Lo scopo di questo corso è quello di offrire una panoramica completa dell’approccio europeo al Project Cycle Management Commissione (PCM), toccando tutte le fasi progressive del ciclo di vita di un progetto: programmazione, identificazione, formulazione, finanziamento, attuazione, valutazione. P.C.M. costituisce la base per un adeguata preparazione del progetto CE, realizzazione e valutazione. Imparare ad usare P.C.M. può effettivamente aumentare le probabilità di finanziamenti comunitari.

Argomenti

Come leggere e comprendere un bando comunitario

Come leggere e comprendere una guida per i candidati al bando parte 1

Come leggere e comprendere una guida per i candidati al bando parte 2

L’importanza del partenariato nei progetti finanziati dalla CE

La nota succinta e la proposta di progetto: come migliorare ed evitare insidie

Principi di base del bilancio, il work-plan, la gestione dei progetti comunitari e la loro valutazione

Nozioni di base sulla gestione dei progetti comunitari

I criteri di valutazione dell’UE

Come compilare un rapporto narrativo per la CE

Come compilare un rapporto finanziario per la CE parte 1

Come compilare un rapporto finanziario per la CE parte 2

La Project Management Guide quale strumento completo di gestione progetto

Il PCM nel suo insieme (Teoria)

Come riempire una proposta di progetto (Pratica)

> Modalità di fruizione

Il corso on-line può essere seguito 24 ore su 24, 7 giorni su 7 senza vincoli di tempo, accedendo da qualsiasi luogo a internet. Ogni lezione può essere vista e rivista più volte, per un periodo di tempo di 6 mesi dalla data di iscrizione. Il corso è corredato di dispense e materiali didattici aggiuntivi, ed altre informazioni utili all’ approfondimento del tema trattato.

DOCENTI

  • Alesssandra Bianca

    Alesssandra Bianca

    La dott.ssa Alessandra Bianca ha conseguito una laurea in Relazioni Internazionali ed un Master in Studi di Guerra e prevenzione del conflitto, entrambi in Inghilterra, rispettivamente presso Keele University e King’s College London;
    una seconda laurea in Scienze Diplomatiche presso l’Università di Napoli Orientale e due diplomi di specializzazione, in Funzioni Internazionali e in Diplomazia presso la Società Italiana dell’Organizzazione Internazionale di Roma.

    Possiede dunque notevoli conoscenze ed esperienza di relazioni internazionali e in particolar modo nella gestione dell’intero Ciclo di vita del Progetto (Project Cycle Management – PCM), specificamente in riferimento ai progetti finanziati dalla Commissione Europea sui temi di democrazia e diritti umani, giustizia internazionale e formazione – sia in presenza che a distanza.

    Il lavoro della dottoressa ricopre le seguenti aree geografiche: Europa centrale, Balcani, Sud Africa, Medio Oriente e Maghreb.

    Condivide inoltre ormai da molto tempo la sua conoscenza ed esperienza attraverso l’attività di esperto free-lance e formatore in più lingue in collaborazione con la Commissione Europea, vari Istituti Universitari, enti e società sia pubbliche che private.